… ed ecco ELDRADO…

Storia

vissuto tra l'VIII e il IX secolo, fu abate della Novalesa, in valle di Susa.
Probabilmente nato ad Ambel presso Gap o a Lambesc in Provenza nel 781, di nobili origini, come molti santi prima ebbe una vita mondana, poi fece opere di carità.
Diventò monaco nell'814 a Novalesa e, prima dell'825, ne diventò abate succedendo a Ugo, figlio di Carlo Magno.
A metà tra storia e leggenda dovrebbe essere morto intorno al 875 e le reliquie si trovano nella parrocchiale di Novalesa.
Avrebbe compiuto miracoli guarendo malati, scacciando epidemie e serpenti.

Attributi e Iconografia

Libro, pastorale.

Calendario

13 Marzo.

A Protezione

cavalli e muli

Fonti

I Santi in Piemonte tra Arte e Leggenda - A. Ferrari - Blu Edizioni

Immagine

Novalesa - Sant'Eldrado

Immagine

Novalesa - Sant'Eldrado

Il Progetto Chiese Romaniche e Gotiche del Piemonte
il sito chieseromaniche.it
sono patrocinati e sostenuti dalla Fondazione ISPER "Carlo Actis Grosso"

Logo Fondazione ISPER