Vale la gita - Merita una deviazione - Interessante - Segnalata

CAPPELLA di SAN SEBASTIANO - CELLE DI MACRA Frazione CHIOTTO (CN)


LOGISTICA

  Frazione CHIOTTO

  Come arrivare: sulla strada che sale alla frazione Chiotto dalla frazione Chiesa.

  Itinerario 'Dronero' - 15ª visita

  Altre Chiese nei Dintorni

  Note logistiche: chiavi presso il parroco di chiesa o il vicino bar.


DESCRIZIONE

  Da vedere: pittura; campanile;

  Periodo prevalente: 15º secolo.

  Notizie generali: piccolo edificio con il portico aperto, un unico vano e abside semicircolare.

  Interno: affreschi di Giovanni Baleison di Demonte datai 1484 e firmati. Nell'abside Martirio di San Sebastiano sovrastato dall'Eterno racchiuso in una mandorla sorretta dagli angeli, ai lati San fabiano e San Rocco (santi invocati a protezione dalla peste) affiancati nei piedritti da San Michele Arcangelo che pesa le anime e dal diavolo che porta via i dannati in una gerla. Sulla parete sinistra : limbo, Città celeste, Purgatorio e sfilata delle virtù molto rovinati dall'umidità. Sulla parete destra, in una doppio ordine di riquadri, le pene dell'inferno, otto in tutto, sulla tonalità dell'ocra e delle terre rosse; illustrate con una vivacità e dovizia di particolari notevoli; nella prima scena una fornace dove bruciano tra gli altri un papa, un re e un vescovo, i dannati con le insegne dell'aquila imperiale e del giglio di Francia e la scritta "hic sunt superbi et partisani et eretici".

  Campanile: romanico.

Foto

APPROFONDIMENTI

  Descritta:

Copertina  a pagina 2217 di 'Il Piemonte paese per paese' Ed. Bonechi.

  Bibliografia:

Copertina Gli affreschi del quattrocento in Piemonte

  Aggiornamento del non rilevata sul campo, censita in base alla bibliografia.

705

Il Progetto Chiese Romaniche e Gotiche del Piemonte
il sito chieseromaniche.it
sono patrocinati e sostenuti dalla Fondazione ISPER "Carlo Actis Grosso"