CAPPELLA di SAN TOMMASO O SAN TOMASO - BRIGA NOVARESE (NO)


LOGISTICA

Icona Come arrivare: all'estremità del paese.

Icona Itinerario 6. Novara 'Verso il Col di Nava' - ª visita

Icona Dintorni Altre Chiese nei Dintorni Manina Link


DESCRIZIONE

Icona Da vedere Da vedere: architettura; pittura;

Icona periodo Periodo prevalente: 11º secolo.

Icona Notizie generali: edificata intorno al 1000 dai conti di Pombia, restaurata nel 1918 e nel 1973.

Icona Esterno: la facciata ha un portale ad arco con ghiera in cotto; la muratura è in pietrame e ciottoli senza elementi decorativi, salvo l'abside; sui fianchi si aprono monofore ad arco con piano inclinato e doppia strombatura. Sul fianco destro, verso labside, due piccole nicchie ad arco e, nell'abside, fregio di archetti pensili binati sorretti da lesene poggianti su zoccolo, che creano sei specchiature; sono inoltre presenti, asimmetricamente, due monofore strettissime e fortemente strombate.

Icona Interno: ad aula absidata, affreschi dei primi decenni dell'XI secolo di arte romanica ancora influenzata da moduli ottoniani. Sono raffigurati il Redentore fra i simboli evangelici e la Madonna con gli apostoli, restaurati nel 1973. Ai lati dell'arco di accesso all'abside, in alto, due angeli dalla tunica rossastra, con un braccio teso verso il centro dell'arco e l'altro ripiegato sul petto, su uno sfondo verde e bianco. Sotto l'angelo di destra un giovane con una tonaca rossa e un'aureola gialla, forse San Giuliano o un diacono; sotto l'angelo di sinistra la figura è scomparsa e resta il titulus, S/IV/LI/V. Sopra gli angeli una greca e al centro un tondo in cui era raffigurata la colomba dello spirito santo, ormai illeggibile. Sull'estradosso dell'arco un motivo a tralcio con foglie sui lati, entro fasce rosso-verdi. All'interno del catino absidale una triplice cornice di disegni geometrici formanti un motivo a billettes e l'affresco del cristo entro la mandorla fra i quattro evangelisti. Sulle pareti nove figure, con al centro la Vergine in posa tipicamente bizantina; alla sua sinistra San Pietro con le chiavi del paradiso. Completano la scena sette apostoli, presentando così l'anomala rappresntazione di soli otto apostoli in tutto. Sotto gli apostoli sinopie di altri affreschi: un centauro e un uomo che lotta con una belva a sinistra; un cerbiatto e un uomo ceh tiene legato un animale a destra; il tutto sotto una cortina di tende verdi e bianche con puntini rossi. Gli sguanci delle monofore sono affrescati con, in quella centrale, un albero da cui pendono dei frutti, e quella di destra con girali, il tutto in una cornice verde e rossa.

Foto

APPROFONDIMENTI

Icona descrizione Descritta:

Copertina  a pagina 605 della 'Guida Rossa del Piemonte' del TCI Edizione 1976;

Copertina  a pagina 1285 di 'Il Piemonte paese per paese' Ed. Bonechi.

Icona Aggiornamento del non rilevata sul campo, censita in base alla bibliografia.

524