ABBAZIA di SANTA MARIA - TORTONA Frazione RIVALTA SCRIVIA (AL)


LOGISTICA

  Frazione RIVALTA SCRIVIA

  Come arrivare: per viale di Rivalta si giunge alla parte vecchia dell'abitato presso il torrente e l'autostrada Milano-Genova.

  Itinerario 'Tortonese' - 2ª visita

  Altre Chiese nei Dintorni


DESCRIZIONE

  Da vedere: architettura; pittura; campanile;

  Periodo prevalente: 12º secolo.

  Notizie generali: cistercense, la serie degli abati inizia dal 1153. Costruita, o forse rifatta, tra il 1180 e gli inizi del '200 venne alterata nel 1683 e restaurata nel 1943-44.

  Esterno: facciata in mattoni. Sulla destra del presbiterio resti del monastero tra cui Sala capitolare con volte poggianti su 4 colonne e due bifore ogivali su colonnine binate.

  Interno: a tre navate divise da colonne e pilastri ottagonali e cruciformi con capitelli cubici reggenti archi, cordonature ogivali e volte a crociera nella navata centrale. Le pareti in mattoni presentano affreschi attribuibili a varie mani databili tra la fine del '400 e l'inizio del '500. Nella navata centrale due acquasantiere su doppie colonnine, forse del X secolo; sul secondo pilastro destro San Cristoforo datato 1497 opera di Franceschino Bosilio (notizie 1481-1507). Nella prima cappella a destra del presbiterio affreschi lombardeggianti della fine del '400; sul pilastro della seconda cappella Giovanni Battista e Madonna col Bambino opera del Bosilio. Nell'abside affreschi tra cui una Madonna col Bambino forse del XII secolo.

  Campanile: sopra l'incrocio del transetto.

Foto

APPROFONDIMENTI

  Descritta:

Copertina  a pagina 90 della 'Guida Rossa del Piemonte' del TCI Edizione 1976;

Copertina  a pagina 7169 di 'Il Piemonte paese per paese' Ed. Bonechi.

  Aggiornamento del non rilevata sul campo, censita in base alla bibliografia.

189

Il Progetto Chiese Romaniche e Gotiche del Piemonte
il sito chieseromaniche.it
sono patrocinati e sostenuti dalla Fondazione ISPER "Carlo Actis Grosso"