PARROCCHIALE della BEATA MARIA VERGINE ASSUNTA - NIELLA TANARO (CN)


DESCRIZIONE

  Da vedere: pittura;

  Periodo prevalente: 15º secolo.

  Notizie generali: citata sin dal 901, attualmente a tre navate cui è stato affiancato nel '900 sul lato sinistro il Santuario di Nostra Signora. Ha subito nei secoli numerosi rimaneggiamenti con il rifacimento del campanile nel '600 e della facciata nell'800. La decorazione pittorica della volta della navata centrale risale alla fine dell'800, opera dei pittori monregalesi Vinai e Toscano. All'interno organo a canne del 1831 e tela con la Tentazione di Sant'Antonio Abate firmata da Martino Cignaroli del 1720.

  Esterno: parte dell'abside, la navata centrale fino all'altezza del campanile e la navata sinistra hanno tracce della primitiva costruzione romanica; in facciata è conservato l'architrave della facciata originale.

  Interno: nella sagrestia destra Crocifissione di stile vicino a quello di Giacomo Jaquerio (1375-1453), che occupa la lunetta superiore e nella parte inferiore due riquadri rappresentanti San Bernardo d'Aosta benedicente e San Michele che pesa le anime; sulla parete adiacente San Sabastiano incarcerato, rara iconografia del santo, riscoperta nel 1991. Nella sacrestia sinistra affresco rappresentante Cristo nel sepolcro sul quale in più punti è graffito il cognomr Giacheri (dei quali si conosce la presenza a Niella sin dal 1326).

Foto

APPROFONDIMENTI

  Descritta:

Copertina  a pagina 239 della 'Guida Rossa del Piemonte' del TCI Edizione 1976;

Copertina  a pagina 5115 di 'Il Piemonte paese per paese' Ed. Bonechi.

  Aggiornamento del non rilevata sul campo, censita in base alla bibliografia.

160