PARROCCHIALE di SAN MASSIMO - MARMORA (CN)


DESCRIZIONE

  Da vedere: architettura; pittura;

  Periodo prevalente: 15º secolo.

  Notizie generali: già citata in un documento del 1308, ampliata in epoche successiva mantenendo buona parte delle strutture originali.

  Esterno: affreschi del '400, al riparo di una tettoia, racchiusi in una cornice trilobata rappresentano una teoria di santi tra cui si riconoscono San Girolamo, San Francesco, San Gregorio e San Martino; in un frammento il volto di San Cristoforo. I restauri hanno portato alla luce la data di esecuzione, 1459, e la firma del pittore, Tommaso Biazaci di Busca. Curioso è il fatto che sia in italiano e preceduta dal motto "Facendo male, sperando bene lo tempo passa e la morte viene". Si tratta della prima opera firmata del Biazaci.

  Interno: sculture del '400 nelle cappelle con volte a crociera, affresco rappresentante San Giuliano, fonte battesimale databile inizi del '400.

Foto

APPROFONDIMENTI

  Descritta:

Copertina  a pagina 4180 di 'Il Piemonte paese per paese' Ed. Bonechi.

  Aggiornamento del non rilevata sul campo, censita in base alla bibliografia.

1027

Il Progetto Chiese Romaniche e Gotiche del Piemonte
il sito chieseromaniche.it
sono patrocinati e sostenuti dalla Fondazione ISPER "Carlo Actis Grosso"